INVOCAZIONE AGLI SPIRITI CELESTI PER OTTENERE LA REALIZZAZIONE DI UN DESIDERIO!


Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Salomone invocava gli spiriti infernali solo quando voleva mortificarli e per impedire che tentassero i suoi sudditi.Invece si manteneva sempre in relazione con gli spiriti celesti ed in particolare con quelli che potessero aiutarlo a soddisfare i suoi desideri più cari e ad illuminarlo nei momenti difficili.
Qui sotto vi scriverò la formula che Salomone recitava dopo aver indossato il famoso anello nel dito del cuore… ecco a voi la preghiera che potete recitare per richiedere l’aiuto dello spirito celeste Hadget( egli aiuta le donne donandogli grazie e protezione dagli avvenimenti spiacevoli specialmente in amore. Ovvio che se la recitate in ginocchio e con molta devozione sarà molto più efficace e ricordate che potete invocarlo ogni giorno per richierdergli aiuto):

O Supremo Creatore, Amatissimo Padre di tutti gli esseri viventi, permetta la tua bontà all’imponderabile spirito di Hadget di presentarsi per coadiuvarmi nell’impresa e per rischiarare con la sua luce la mia ottusa e mortale intelligenza.

O tu Hadget ascoltami, illumina l’intelletto di questa umile serva del Signore, per tutti i secoli di secoli Amen.

Free Image Hosting at www.ImageShack.us


Con questa formula qualsiasi persona può invocare gli spiriti celsti in ogni momento della vita in cui ritenga opportuno volere protezione e aiuto. E’ meglio non aproffittarsi della bontà di questi spiriti e domandargli aiuto per risolvere un problema che ci fa stare davvero male, non per egoismo.

Annunci

Beatrice Cenci e la sua triste vicenda


Image Hosted by ImageShack.us

Era considerata una delle più belle fanciulle dello Stato Pontificio e dell’Italia intera, mandataal supplizio appena 16nne. Figlia di Francesco Cenci, uomo ricco e temuto, con una vita sentimentale e sessuale molto movimentata, la giovane adolescente era orfana di madre, dopo che quest’ultima aveva preferito lasciarsi morire piuttosto che continuare a vivere in quell’inferno che era la sua vita cogniugale. Il Cenci non si era comunque perso d’animo e si era risposato, proseguendo nel suo comportamento infame, che contemplava oltrettutto povertà e bastonate quotidiane per la seconda moglie e i figli. I maggiori si rivolsero al Papa, che intervenne ammonendo l’ignobile padre, e procurando un marito alla figlia più grande.
Infuriato, affinchè non finisse per imitare l’esempio della sorella, il Cenci recluse Beatrice in uno degli appartamenti del suo immenso palazzo cominciando ad invaghirsi di lei. Nessuno aveva il permesso di vederla tranne lui, che le portava i pasti e la faceva oggetto di molestie sempre più pesanti, nella speranza che lei si concedesse. Quando tutto ciò divenne insopportabile Beatrice, con la complicità della matrigna maltrattata e di due fratelli che ancora vivevano in casa, assoldò due malviventi. Grazie al coraggio del suo pudore offeso, incaricò loro di ucciderlo dopo avergli propinato dell’oppio. Arrestata, incarcerata e torturata per indurla a confessare, fu condannata alla decapitazione.
Da allora sembra che il suo fantasma si sia aggirato sul ponte Sant’Angelo per un rispettabile numero di anni. Chi l’ha vista narra di una giovane donna dall’incedere eleganteche, con garbo, serrrava fra le candide mani la propria testa recisa, senza però la volontà di spaventare nessuno, ne minacciare vendetta. Una sola volta, raccontano certe vecchie cronistorie, simostrò al mondo come un’anima inquieta. E allora, sebbene la sua figura fosse intera, mise davvero paura. Era tempo di carnevale,e la famiglia Borghese aveva organizzato una festa nel suo sontuoso palazzo, invitando la società romana che contava. Ebbene, a quella festa si narra che comparve anche Beatrice, la quale si mostrò agli sbalorditi ospiti bella e leggiadra come era stata in vita: solo che intorno al collo sottile,mostrava un indelebile segno rosso.
Subito aveva iniziato a raccontare di sè, della propria sciagurata e breve esistenza, dell’unico amore conosciutoe mantenuto casto, dell’orrore subito dal padre prima,e dalle autorità dopo, accarezzando con lo sguardo i gioielli che più di cento anni prima erano appartenuti alla sua famiglia, e che quella sera indossava Olimpia Borghese,, la più ricca ed elegante fra le dame. Prima di sparire nel nulla raccomandò i presenti di non dimenticare la sua visita.

Una storia tristissima, chissà se qualcuno di voi che l’11 settembre si è recato di notte al ponte Sant’Angelo non l’abbia vista!!!!

I-CHING L’ORACOLO DEGLI IMPERATORI D’ORIENTE


Free Image Hosting at www.ImageShack.us

 

L’I Ching, o Libro dei mutamenti, è un antichissimo oracolo cinese che risale a circa 3000 anni fa; la sua compilazione fu attribuita a confucio ma l’occidente lo conobbe solo nel 1854. Questo antico oracolo, viene utilizzato per interpretare gli eventi, predire il futuro, chiedere un consiglio ma anche come spunto di riflessione o come strumento d’aiuto nelle difficoltà. La filosofia de l’I Ching si basa sul pensiero taoista, che si fonda su Yang (il principio maschile creativo) e Yin (il principio femminile passivo, ricettivo). questi due pricipi esprimono l’aspetto oscuro e quello luminoso di ogni cosa: uomo e donna, sole e luna, giorno e notte, secco e umido, in poche parole la dualità e la complementarità. Yin e Yang sono inseparabili e il loro interagire è ben simboleggiato nel T’ai-Ki, l’uovo primordiale da cui ha origine l’universo.


Free Image Hosting at www.ImageShack.us


COME CONSULTARE L’I CHING

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

 

Consultare questo oracolo non è poi così difficile. Bisogna seguire delle semplici regole e poi saremo in grado di ottenere la risposta alla domanda che abbiamo posto. E’ opportuno spiegare che ciò che si otterrà  è un esagramma, quindi ci saranno sei linee che  possono essere spezzate o intere. Questo esagramma lo possiamo scomporre e noteremo che è composto da un trigramma cioè tre linee inferiori e tre superiori. Appurato ciò possiamo passare al metodo di consultazione. Quello più diffuso è "il lancio delle tre monete".


Queste monete devono essere assolutamente uguali tra loro(es: 3 monetine da 1 €). Poi dobbiamo stabilire quale sarà la parte "testa"o Yang  che vale 3 e la parte "croce" o Yin che vale 2.

Adesso prenderemo un foglio di carta ed una penna, ci concentriamo sulla domanda da porre all’oracolo( ricordate che l’I Ching risponde a un preciso quesito).Potete porre qualsiasi tipo di domanda su amore, lavoro, finanze, salute basta che sia chiara. Ad esempio potreste chiedere << Come andrà la mia storia con X?>>;<<E’ giusta questa decisione?>>. Ovviamente non avrete alcun esito se porrete domande doppie come ad esempio << E’ meglio che frequento X o Y?>>.

Chiarito cio possiamo procedere scrivendo la domanda che ci sta a cuore nel foglio, prendiamo le monetine fra le mani e le lanceremo su un tavolo dove ci sia abbastanza spazio o anche sul pavimento in modo tale che la caduta sia casuale.

Osserviamo le monetine e vedremo il risultato che otterremo.I risultati posso essere solo ed esclusivamente quattro:


·    le  tre monete sono tutte e tre girate dal  lato testa : 3+3+3= 9. Al numero  nove corrisponde una linea intera mobile e si scrive "_____"
·    Le tre monete sono tutte girate dal lato croce: 2+2+2= 6. Al numero sei corrisponde una linea spezzata mobile e si scrive "- -"
·    Due monete dal lato croce e una dal lato testa: 2+2+3=7. Al numero sette corrisponde una linea intera fissa "____"
·    Due monete dal lato testa e una dal lato croce: 3+3+2=8. Al numero otto corrisponde una linea spezzata fissa "- -"

Per ottenere un esagramma completo occorre effettuare sei lanci e ricordatevi di scrivere la linea ottenuta partendo sempre dal basso.

Es:  primo lancio:    6  __ __
     secondo lancio  8 __ __
     terzo lancio       9 ____
     quarto lancio    6 __ __
     quinto lancio    7 ____
     sesto lancio       7 ____

 
Dato che si parte dal basso allora il nostro esagramma sarà il seguente :

7 _____
7 _____
6 __  __
9 _____
8 __ __
6 __ __

Free Image Hosting at www.ImageShack.us


Alla fine si leggerà il significato dell’esagramma. Ogni esagramma ha un nome.

Purtroppo io mi limito a fornire solo alcune informazioni su questo metodo di divinazione. Non posso riportare in questo blog il significato dei  64 esagrammi, sarebbe un’operazione troppo lunga, ovviamente chiunque voglia saperne di più può trovare diverse informazioni in rete su questo antico oracolo.

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

MAGIE D’AMORE


woman

Ecco a voi altre due nuove magie d’amore, purtroppo non posso garantirvi la loro efficacia in quanto non ho avuto mai modo di poterle provare ma sicuramente ci sarà qualcuna di voi disposta a farlo e a fornirci la sua testimonianza positiva o negativa….

LEGAMENTO DELL’UOVO
Dovete acquistare un uovo, o se avete la fortuna di vivere in campagna e avere delle galline potete recuperarlo senza bisogno di acquistarlo.

La cosa importante di questo legamento è che l’uovo in questione non deve essere stato deposto più di tre ore prima dal vostro acquisto o comunque da quando lo prendete dal pollaio. Sicure di ciò, potete prendere il vostro uovo e farlo rassodare in un bagno di acqua salata menta e mirto. Dopo esser stato per 3 ore in questa infusione mangiatelo a piccoli morsi mentre guardate la foto del vostro amore. In teoria dovrebbe farsi vivo nelle 3 ore successive alla cerimonia.

IL FALO’ DEL NUOVO AMORE

Questa  magia è molto potente in quanto ha come elemento principale il fuoco. Potete farla la notte del primo maggio allo scoccare della mezzanotte (quindi la notte tra il 30 Aprile e il 1 maggio) oppure, giorno molto proprizio per tutte le magie, è la famosissima notte di San Giovanni (notte tra il 23 e il 24 giugno).
Se avete un giardino potete fare una bella grigliata oppure un falò, nel caso in cui  non disponeste di questa fortuna, potete tranquillamente svolgere questo rituale con 2 candele arancioni e un carboncino brucia incensi dove porrete un pizzico delle erbe che poi citerò spolverizzate(le potete trovare in erboristeria).
Allo scoccare della mezzanotte prendete un pizzico di polvere di verbena e mirto e gettatela nel braciere o nel carboncino brucia incensi. Adesso ripetete per ben tre volte la seguente orazione:
<<Erbe di passione, erbe di magia, fate che il cuore di un uomo(o una donna) bruci per l’anima mia>>.

Questo rito è destinato a tutti coloro che vogliono trovare un uomo o una donna con cui condividere la propria vita. Se volete voltare pagina, questo è sicuramente un buon rito.

MAGIA DELL’ENULA CAMPANA 

Il giorno di S.Giovanni dovete cercare la pianta Enula Campana, la coglierete e la farete disseccare.

Una volta disseccata unirete la polvere ad ambra grigia in un involucro di seta rossa che terrete per nove giorni sul vostro cuore.Trascorsi i nove giorni dovrete mescolare questa polvere nel cibo o nella bevanda della persona desiderata: vi ripagherà con amore eterno.

FILTRO DELLE SETTE ERBE

 

Per legare a voi una persona cogliete sette erbe fondamentali quali: fiori d’arancio, rosmarino, basilico, alloro, mirto, timo e maggiorana. Prendete un catino contenente acqua piovana in caso non disponeste di essa prendete dell’acqua di pozzo o sorgiva. Fatto ciò immergerete una ad una le erbe che vi ho elencato precedentemente pronunziando a bassa voce la seguente orazione:
<< Per questo fiore d’arancio, la domenica (nome della persona amata) non mi dimenticherai, per questo rosmarino, il lunedì (nome della persona amata)non mi dimenticherai, e così via… dovete procedere in egual modo per tutte e sette le erbe associando un giorno della settimana
(sono messe in ordine esatto)>>.

Fatto ciò, dovete lasciar macerare le erbe per ben 7 gg esponendo il catino ai raggi notturni della luna.Ogni sera, quando lo esporrete, dovete ripetere la seguente frase:
<< Oh Ecate, proteggi il mio amore>>.

Trascorsi i sette giorni, se avete modo di incontrare l’oggetto dei vostri desideri, inserite qualche goccia del filtro che avete ottenuto in una sua bevanda. In caso contrario potete scrivergli una lettera o inviargli una cartolina dove avrete fatto cadere alcune gocce di questo filtro.

 

Creative Commons License
magie d’amore by princessesmy is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.
Based on a work at tarocchiestreghe.spaces.live.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://tarocchiestreghe.spaces.live.com/blog/cns!6282A5A92CA7E41!365.entry.

SPIEGAZIONE SULLA MAGIA DI S.ELENA


 

SIETE IN MOLTE A SCRIVERMI SU QUESTO RITUALE E ULTIMAMENTE NON HO AVUTO TEMPO DI RISPONDERE PERCHè SONO STATA PIUTTOSTO IMPEGNATA. ECCO A VOI LE RISPOSTE AI VOSTRI QUESITI!!!!

UNA VOLTA CHE IL RITO è STATO EFFETTUATO LA FOTO DEVE RIMANERE CON IL CHIODINO INCASTONATO E DOVETE FARE IN MODO CHE NON SI TOLGA..IL MIO CONSIGLIO E’ DI METTERE L’IMMAGINE DI S.ELENA, LA FOTO DELL’AMTO E IL CHIODINO CHE VI AVANZA ALL’INTERNO DI UNA SCATOLINA O MAGARI CONSERVARE IL TUTTO ALL’INTERNO DI UN CASSETTO PURCHè I MATERIALI SIANO BEN RIPOSTI.

HO LETTO UN MESSAGGINO CURIOSO IN CUI VI ERA SCRITTO ” HO SVOLTO IL RITUALE DA BEN 24 ORE MA ANCORA NON E’ ACCADUTO NULLA”…..MI è VENUTO DA SORRIDERE ANCHE PERCHè INNANZITTUTTO NON ESISTE LA GARANZIA CHE A TUTTI RIESCA. E’ UN RITUALE ABBASTANZA EFFICACE MA NON SI REALIZZERà MAI IN 24 ORE BENSì IN UN MESE O ANCHE SEI MESI, PROBABILE CHE SI AVVERI PROPRIO NEL MOMENTO IN CUI NON CI SPERATE PIù. PERCIò IN QUESTE COSE BISOGNA PORTARE PAZIENZA E CAPIRE CHE è SEMPRE UNA COSA NON SCIENTIFICAMENTE PROVATA PERCIò è BELLO CREDERE CHE POSSA ESISTERE QUALCOSA AL DI Là DELLA REALTà QUOTIDIANA CHE CI POSSA AIUTARE A REALIZZARE I NOSTRI DESIDERI… MA è ANCHE ABBASTANZA VERO CHE BISOGNA RESTARE CON I PIEDI PER TERRA E PRENDERE QUESTE COSE IN MANIERA SIMPATICA SENZA DIPENDERE TOTALMENTE DA ESSE E DAL LORO AIUTO!
SPERO DI AVER RISPOSTO IN MANIERA ESAUSTIVA ALLE VOSTRE DOMANDE IN CASO SCRIVETEMI E AL PIù PRESTO VI RISPONDERò.
UN BACIO A TUTTE E BUONA FORTUNA!!!!

IL MISTERO DEI TESCHI DI CRISTALLO


Image Hosted by ImageShack.usLa leggenda Maya narra la storia di 13 crani di quarzo che
misteriosamente possono trasmettere agli uomini una sapienza superiore. Ma
nonostante tutto alcuni di questi teschi sono stati trovati nella realtà. Ed
ecco a voi la loro storia.

Come molti sapranno anche l’ultimo film di Indiana Jones ha
fatto conoscere questa misteriosa storia anche se l’enigma dei teschi di
cristallo è un mistero che suscita l’interesse dell’uomo da tanti secoli e
nonostante tutto questo tempo ancora non si è trovata una spiegazione logica
sulle loro funzioni  e la loro
provenienza.

Come ho già accennato esiste una leggenda Maya la quale
racconta che al mondo ci sono esattamente 13 teschi di puro cristallo di
quarzo. La loro grandezza è identica a quella di un teschio umano e la leggenda
narra che non appena saranno ritrovati tutti e 13 trasmetteranno agli uomini
tutta la loro conoscenza. Ma questo ritrovamento, sempre secondo ciò che si
narra, avverrà solo nel momento in cui gli uomini saranno abbastanza evoluti e
integri nella loro morale.

Pare che questi teschi siano già stati ritrovati
nell’America Centrale e nascosti in posti segreti.

Il materiale di cui sono composti è cristallo di rocca e
sono risultati perfettamente levigati  e
sorprendentemente simili al cranio umano.

Gli indigeni non hanno alcun dubbio per quanto concerne le
loro proprietà terapeutiche e il loro straordinario potere. Ma la cosa assurda
è che nessuno riesce a dare una spiegazione in merito alla loro reale
provenienza, ma soprattutto al loro reale utilizzo, come abbiamo gia accennato
in precedenza.

Sono tantissimi gli interrogativi che girano attorno a
questi oggetti tanto che non si ha la certezza se siano un falso dell’era
moderna o reperti di un’antica civiltà sconosciuta o addirittura degli
strumenti potentissimi che potrebbero permettere di vedere nel passato e
predire il futuro.

Giustamente a queste domande non esiste alcuna risposta
plausibile, ma come al solito nel mondo ci sono tantissimi appassionati pronti
a giurare che in presenza di questi teschi sono accaduti fenomeni inspiegabili.
Alcuni raccontano di aver visto delle luci, altri hanno scoperto che
osservandoli dall’alto diventano delle sorprendenti lenti di ingrandimento.

Senza ombra di dubbio il teschio più famoso rimane quello di
Mitchell Hedges nominato anche “Teschio del Destino”. Le ragioni di tanto
clamore sono dovute a due sole ragioni la prima è che estremamente simile al
teschio umano, al contrario degli altri teschi che messi a confronto hanno una
struttura più stilizzata; secondo motivo nessuno sa spiegare come sia stato
possibile scolpirlo.

La scoperta di questo teschio è piuttosto strana perché pare
sia stata attribuita alla figlia di Mitchell Hedges nello Yucatan nel 1926
mentre stava effettuando degli scavi all’interno di un tempio alla ricerca di
antiche tracce di Atlantide. Secondo il racconto dell’uomo il teschio sarebbe
stato rinvenuto senza la mandibola che poi venne successivamente ritrovata 3
mesi dopo a pochi  metri di distanza. Ovviamente
Mitchell Hadges consegnò il teschio agli stregoni locali rifiutandosi di
portarlo con se ma essi glielo riconsegnarono come regalo in vista della sua
partenza.

Come racconto è estremamente affascinante ma pare che
l’archeologo abbia lavorato un pò con la fantasia inventandosi tutto di sana
pianta. Infatti molti sostengono che egli si aggiudicò il famoso teschio ad un’
asta nel 1943 a Londra. Perché a quanto risulta non esiste alcun documento che
attesti la scoperta di questo teschio prima del famoso anno 1943 ma al
contrario esistono dei documenti espliciti del British Museum il quale a sua
volta tentò di accaparrarsi il famoso teschio ma senza riuscirci finendo
appunto nelle mani di Mitchell hadges. Infatti ai tempi degli scavi nello
Yucatan nel lontano 1926 non sono state scattate foto su questo straordinario
ritrovamento ma soprattutto l’archeologo stranamente non scrisse nulla in base
al teschio nei documenti che era solito compilare.

Nonostante i diversi dubbi inerenti il suo ritrovamento,
indagini scientifiche effettuate negli anni ’70 hanno portato risultati
sorprendenti. Innanzitutto si è scoperto che il teschio non è stato scolpito
seguendo l’asse naturale del cristallo come farebbero gli artigiani moderni e
questo ci fa capire che non è stato scolpito di recente. Infatti, giusto per
capire meglio il metodo degli artigiani moderni, oggi si parte
dall’orientamento della simmetria molecolare del cristallo, perché altrimenti
il rischio di rottura durante il taglio sarebbe altissimo.

Possiamo ancora dire che la superficie del teschio esaminata
accuratamente al microscopio non presenta alcun graffio  o segno di qualsiasi utensile di metallo.
Tutto ciò a portato a formare l’ipotesi che il cristallo sia stato tagliato col
diamante e successivamente rifinito con un impasto di sabbia e acqua.
Constatando queste ipotesi abbastanza attendibili, la cosa strabiliante  è che secondo gli esperti tale lavoro di
taglio e rifinitura avrebbe richiesto più di 300 anni per essere completato.

Il famoso teschio possiede una mandibola estraibile che come
quella di un uomo si aprire e chiudere. Gli studiosi hanno pensato che questo
teschio potesse essere utilizzato durante importanti cerimonie divinatorie per
far uscire la voce di un ipotetico Dio. Infatti la mandibola azionata dai
sacerdoti avrebbe potuto far credere ai fedeli che la voce uscisse direttamente
dal teschio. E per concludere con la descrizione di questo prezioso oggetto i
suoi occhi sono dei prismi incastonati e secondo la famosa leggenda pare che
scrutandoli si possa predire il futuro.

  Oltre al Teschio del Destino sono stati
riconosciuti altri teschi ritenuti autentici. In particolare due teschi di
cristallo di rocca in particolare quello detto di “Sha-Na-Ra” e il Teschio
Arcobaleno.

Il Teschio Arcobaleno prende questo nome perché nel momento
in cui viene posto alla luce naturale, sprigiona al suo interno riflessi
arcobaleno.

Altro famoso teschio è quello noto come “Max”. esso venne
scoperto in Guatemala intorno al 1924-1926, probabilmente in una tomba Maya.

La leggenda che lo riguarda racconta sia stato regalato da
uno sciamano Maya a un lama tibetano per poi passare nelle mani degli attuali
proprietari Carl e JoAnn Parks. Curioso è il motivo per cui questo teschio
prende il nome di Max. Infatti pare che la signora Parks sia riuscita ad
entrare in comunicazione telepatica con il teschio il quale le avrebbe
comunicato di chiamarsi così… sarà vero? Ancora c’è il teschio”Amy”, anch’esso
venne trovato in Messico e passato di mano in mano attraverso generazioni di
sacerdoti maya. E’ l’unico teschio di ametista che si conosca.

In ogni caso la domanda che sorge spontaneo farsi è chi sia
stato in grado di scolpire questi teschi. Come abbiamo già detto più volte è
assai difficile identificare la civiltà che è stata in grado di compiere questi
capolavori, però l’ipotesi più plausibile è che sicuramente a scolpirli siano
stati artigiani dell’America Latina, sebbene non si sabbia ne che tecnica
abbiano utilizzato e nemmeno a quale civiltà appartenessero…. Per ora è ancora
mistero!!!!

Possiamo comunque dire che nonostante la civiltà Maya sia
spesso messa in relazione con i teschi è molto più probabile, secondo i vari
studi, che siano stati gli Aztechi a creare i teschi dato che il simbolo del
teschio è molto più presente nella cultura Azteca che in quella Maya.

Non possono mancare in tutto questo scenario  le tesi più affascinanti e misteriose di
coloro che sono appassionati di essoterismo. Infatti i teschi sono stati
studiati anche da istituti dediti alle ricerche di parapsicologia. Infatti
esperti di psicometria (per chi non lo sapesse questa scienza esoterica
riguarda coloro che solo attraverso il tocco di un qualsiasi oggetto riescono a
raccontarne la  sua storia) hanno
descritto scenari meravigliosi di antiche cerimonie. Infatti i primi
collegamenti sono stati associati alla famosa e perduta Atlantide. Proprio
questo associare Atlantide ai teschi di cristallo fa pensare che essi possano
essere probabilmente i famosi cristalli citati da Platone che gli abitanti di
questa civiltà perduta utilizzavano per produrre una grande energia che di
conseguenza essendo stata utilizzata male ha causato la successiva scomparsa di
essa. Questa come ben sappiamo è solo l’ennesima ipotesi ma non esiste nulla di
certo in tutto questo perciò per nostra sfortuna il mistero ancora rimane……

Per concludere possiamo però dire che nel 2001 sono stati
svolti ulteriori studi da un’equipe di ricercatori americani i quali hanno
utilizzato strumenti all’avanguardia e di alta tecnologia per poter dare
risposte ai diversi interrogativi che girano attorno a questi preziosi oggetti.
La prima cosa a cui hanno cercato di dare una risposta è sicuramente il motivo
per il quale in presenza di questi teschi molte persone sostengono di sentire
strane vibrazioni. Probabilmente qualcuno direbbe che è pura suggestione ma…..
chi lo pensa si sbaglia perché…… questi test sono stati svolti con persone
cieche le quali non erano assolutamente in grado di sapere con cosa avessero a
che fare. Detto ciò si è subito manifestato che il campo energico di molte
persone risultava notevolmente alterato in presenza di questi teschi.

Un’altra clamorosa scoperta è stata quella che le immagini
scansionate dai teschi e analizzate secondo il metodo delle immagini rovesciate
maya hanno evidenziato la presenza di un codice segreto.

Poi altra ulteriore scoperta è che sono stati ritrovati
riferimenti a codesti teschi nella Torah (i primi cinque libri del vecchio
testamento). Infatti utilizzando i Bible Codes ovvero quel sistema  di decodificazione numerico utilizzato da
millenni dai cabalisti che ritengo la Torah un sistema cifrato.

I riferimenti trovati con questo metodo porterebbero ad
associare i teschi alla civiltà dei maya, inoltre evidenzierebbero il loro
potere di guarigione e parlerebbero specificatamente del Mitchell-Hadges.
Ovviamente tutte queste nuove nozioni devono subire ulteriori accertamenti nel
frattempo il mistero rimane….