I-CHING L’ORACOLO DEGLI IMPERATORI D’ORIENTE


Free Image Hosting at www.ImageShack.us

 

L’I Ching, o Libro dei mutamenti, è un antichissimo oracolo cinese che risale a circa 3000 anni fa; la sua compilazione fu attribuita a confucio ma l’occidente lo conobbe solo nel 1854. Questo antico oracolo, viene utilizzato per interpretare gli eventi, predire il futuro, chiedere un consiglio ma anche come spunto di riflessione o come strumento d’aiuto nelle difficoltà. La filosofia de l’I Ching si basa sul pensiero taoista, che si fonda su Yang (il principio maschile creativo) e Yin (il principio femminile passivo, ricettivo). questi due pricipi esprimono l’aspetto oscuro e quello luminoso di ogni cosa: uomo e donna, sole e luna, giorno e notte, secco e umido, in poche parole la dualità e la complementarità. Yin e Yang sono inseparabili e il loro interagire è ben simboleggiato nel T’ai-Ki, l’uovo primordiale da cui ha origine l’universo.


Free Image Hosting at www.ImageShack.us


COME CONSULTARE L’I CHING

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

 

Consultare questo oracolo non è poi così difficile. Bisogna seguire delle semplici regole e poi saremo in grado di ottenere la risposta alla domanda che abbiamo posto. E’ opportuno spiegare che ciò che si otterrà  è un esagramma, quindi ci saranno sei linee che  possono essere spezzate o intere. Questo esagramma lo possiamo scomporre e noteremo che è composto da un trigramma cioè tre linee inferiori e tre superiori. Appurato ciò possiamo passare al metodo di consultazione. Quello più diffuso è "il lancio delle tre monete".


Queste monete devono essere assolutamente uguali tra loro(es: 3 monetine da 1 €). Poi dobbiamo stabilire quale sarà la parte "testa"o Yang  che vale 3 e la parte "croce" o Yin che vale 2.

Adesso prenderemo un foglio di carta ed una penna, ci concentriamo sulla domanda da porre all’oracolo( ricordate che l’I Ching risponde a un preciso quesito).Potete porre qualsiasi tipo di domanda su amore, lavoro, finanze, salute basta che sia chiara. Ad esempio potreste chiedere << Come andrà la mia storia con X?>>;<<E’ giusta questa decisione?>>. Ovviamente non avrete alcun esito se porrete domande doppie come ad esempio << E’ meglio che frequento X o Y?>>.

Chiarito cio possiamo procedere scrivendo la domanda che ci sta a cuore nel foglio, prendiamo le monetine fra le mani e le lanceremo su un tavolo dove ci sia abbastanza spazio o anche sul pavimento in modo tale che la caduta sia casuale.

Osserviamo le monetine e vedremo il risultato che otterremo.I risultati posso essere solo ed esclusivamente quattro:


·    le  tre monete sono tutte e tre girate dal  lato testa : 3+3+3= 9. Al numero  nove corrisponde una linea intera mobile e si scrive "_____"
·    Le tre monete sono tutte girate dal lato croce: 2+2+2= 6. Al numero sei corrisponde una linea spezzata mobile e si scrive "- -"
·    Due monete dal lato croce e una dal lato testa: 2+2+3=7. Al numero sette corrisponde una linea intera fissa "____"
·    Due monete dal lato testa e una dal lato croce: 3+3+2=8. Al numero otto corrisponde una linea spezzata fissa "- -"

Per ottenere un esagramma completo occorre effettuare sei lanci e ricordatevi di scrivere la linea ottenuta partendo sempre dal basso.

Es:  primo lancio:    6  __ __
     secondo lancio  8 __ __
     terzo lancio       9 ____
     quarto lancio    6 __ __
     quinto lancio    7 ____
     sesto lancio       7 ____

 
Dato che si parte dal basso allora il nostro esagramma sarà il seguente :

7 _____
7 _____
6 __  __
9 _____
8 __ __
6 __ __

Free Image Hosting at www.ImageShack.us


Alla fine si leggerà il significato dell’esagramma. Ogni esagramma ha un nome.

Purtroppo io mi limito a fornire solo alcune informazioni su questo metodo di divinazione. Non posso riportare in questo blog il significato dei  64 esagrammi, sarebbe un’operazione troppo lunga, ovviamente chiunque voglia saperne di più può trovare diverse informazioni in rete su questo antico oracolo.

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Una Risposta

  1. La data del 1854 non mi sembra appropriata. Infatti, sulla base dell’I Ching, un certo Leibniz, contemporaneo di Newton (secolo XVII), elaborò il calcolo infinitesimale, aprendo così una famosa diatriba con lo stesso Newton per stabilire a chi spettasse la priorità dell’elaboarzione. Nel 1818 l’I Ching era già conosciuto da un altro tedesco, un certo Arturo Schopenhauer. Si tratta di personaggi piuttosto noti. Se vi riferite alla divulgazione dell’I Ching in occidente, allora questa è opera del sinologo tedesco, il Wilhelm e dello psicologo svizzero carl Gustav Jung che ne curarono la traduzione nella prima metà del secolo scorso. A che cosa si riferisce il 1854 citato da Voi?
    Grazie

Scrivi qui il tuo commento, grazie!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: