PURIFICAZIONE DEL LUOGO IN CUI SI OPERA, DI SE STESSI, DEL MATERIALE UTILIZZATO E DEL SOGGETTO A CUI SI E’ TENTATO DI LANCIARE UN RITUALE CHE E’ FALLITO. (Tali riti sono stati forniti da FataMorgana)


grimorio

 

Care ragazze e ragazzi,
oggi inseritò tre rituali che riguardano la purificazione di se stessi, del luogo in cui si opera, del materiale utilizzato per il rito e infine del soggetto a cui si è tentato di lanciare un rito ma che per varie ragioni non siete riusciti o riuscite a portare a termine. E’ proprio di questo ultimo concetto che vi voglio parlare con estrema premura. Innanzitutto questi rituali sono stati presi dal forum di Tarocchi e Streghe dove potete eventualmente porre le domande che volete su qualsiasi tipo di dubbio sull’argomento. Ricordo inoltre che FataMorgana ha avuto la premura di scrivere tali riti e metterli a vostra disposizione affinchè possiate porre rimedio a qualche piccolo pasticcio.
Riprendo il discorso “rito incompiuto”. Sono tante le ragazze che mi scrivono per questo problema. Molte di voi in modo molto stupido si cimentano in rituali abbastanza pesanti di Magia Rossa convinte di ottenere risultati immediati. E’ un modo assai sbagliato di pensare in quanto i rituali non hanno tempistiche definite e soprattutto molto dipende da chi opera e da come opera  e dalle energie che investe nel rito. Perciò se pensate che un rituale forte di Magia Rossa possa porre fine al vostro patire vi sbagliate di grosso perchè quelli che vengono chiamati legamenti prima di essere svolti hanno bisogno di essere studiati, capiti e poi essere messi in pratica. Quando la disperazione prende piede e quindi molte di voi si cimentano nel mettere in pratica ciò che leggono, a causa dell’inesperienza fanno pasticci e lasciano rituali di un certo tipo a metà. La maggior parte non li concludono perchè si pentono o perchè hanno paura. In questi casi la purificazione è la prima cosa da fare  per eliminare tutte le energie negative, ma se evitaste di fare pasticci ricordandovi di  mettere in moto il cervello prima di agire sarebbe decisamente meglio per tutti quanti.
Ecco a voi i riti di purificazione che ci ha consigliato la nostra Fata morgana fatene buon uso!!

Purificazione di se (da compiersi prima delle altre purificazioni)

Periodo idoneo: Giovedì, Luna nuova, nelle ore di Giove o
Sole verso l’alba.

Preparare un impasto con i seguenti ingredienti: polvere di
carbone, sale marino, zucchero di canna, olio essenziale di lavanda,
olio essenziale di rosmarino, olio essenziale di limone e olio di
mandorle dolci quanto basta per rendere l’impasto morbido. Spogliarsi e
cospargersi il corpo della mistura mentre si recita la seguente
orazione:

“Oh Madre benigna il corpo sia mondato,

da ogni lordura che ho incautamente sfiorato,

Che torni l’alma tempio di fulgida purezza,

Che torni lindo il cuore alla tua grandezza.

Piaccia a te,

Madre amorosa,

che io ritorni limpida rosa.”

Dieci minuti di concentrazione e poi infilarsi nella doccia ed
eliminare l’impasto dal corpo, profferendo in sussurro queste parole:

“Scorri Acqua,

qui (poggiando la mano sul proprio cuore) arriva,

porta il nero alla deriva,

PrestoAgisci,

tutto pulisci Anima e Corpo in un tutt’uno,

e più non mi tocchi niente e nessuno!”

Purificazione del luogo

Periodo idoneo: Giovedì, Luna nuova, nelle ore di Giove o
Sole verso l’alba.

Ingredienti: Acqua distillata, sale marino, un calice di
cristallo,candela bianca o nera, incenso composto da salvia,
biancospino, lavanda, cedro, mela e rosmarino, una scopa (sarebbe meglio
quella di saggina ma va bene anche una scopa normale purchè nuova) ed
uno straccio mai usato.

Procedimento:

Vai nel centro delle stanze (la prima in assoluto dev’essere
quella dove hai svolto il rituale incompleto), che devono essere al
buio, con la candela accesa e pronuncia questa parole:

“Dov’è buio,luce vi sia.

Dov’è odio,amore compaia.

Dov’è sconforto,la fiducia è la via.

Portando lume la casa sia gaia.

Sacro fuoco che scacci la fobia,

sapendo che il simbolo è nulla tuttavia

mentre la realtà è pura energia.”

e poi con la candela in mano avvicinati ai quattro angoli delle
stanze in senso orario dicendo “Ciò che oscuro sia presto illuminato,
ciò che purifico e proteggo sia blindato.”

Poi con l’acqua nel calice e il sale,avvicinati ai quattro angoli
delle stanze e versandone qualche goccia pronunciare:

“Con Acqua e terra scaccio ogni negatività, con Terra ed acqua mai
più ritornerà.”

Vai in mezzo alla stanza e fai un giro su te stessa in senso
orario, pronunciando “Acqua pura e Solida terra, che questa casa sia
purificata, che sia rifugio da ogni guerra, e da ogni negatività
salvaguardata”

Accendi l’incenso nel centro delle stanze e lascialo consumare…

Infine, quando l’incenso si è consumato tutto, provvedi a passare
una scopa in ogni stanza e buttare fuori dal balcone la polvere che
raccogli concludendo con una passata di straccio immerso precedentemente
in acqua pura e sale marino.

Purificazione del materiale.

Periodo idoneo: Giovedì, Luna nuova, nelle ore di Giove o
Sole verso l’alba.

Ingredienti: Acqua distillata, sale marino, un rametto di
issopo e fuoco.

Procedimento:

Mettere sul tavolo, coperto da un panno bianco o nero, gli oggetti
usati per il rito precedente. Mescolare in una coppa di cristallo acqua
e sale finchè quest’ultimo non si è completamente sciolto, immergere il
ramo nell’acqua e cospargere con la mistura gli oggetti recitando:

“Purifico voi,

oggetti inanimati,

artifici di bozza,

materia di pensieri mai ultimati.

In questo istante il vostro compito concluderete

E nel fuoco come comete vi dissolverete.”

Conclusa l’aspersione bruciare ogni singolo materiale usato
pronunciando:

“Salamandre Custodi che il fuoco governate,

ogni oggetto che vi porgo purificate,

ciò che ho fatto più non abbia via,

Piaccia a voi che così sia.”


Purificazione del soggetto del rito incompiuto.

Se hai usato una fotografia, non bruciarla insieme agli altri
materiali, ma mettila in un sacchettino di protezione così composto:

due quadrati di tela bianca, filo nero, issopo, lavanda,
rosmarino, salvia, cenere di legno e sale marino. Cuci un piccolo
sacchetto con i due quadrati bianchi ed il filo nero, inserisci dentro
le erbe ed i minerali recitando: “Grande Madre vieni in mio soccorso,
proteggi (nome e cognome del soggetto della foto), fa che sia salvo da
ogni negatività e che niente e nessuno toccarlo mai più potrà.” Immetti
la foto, scrivendo dietro a questa, il nome e cognome, cuci il lato
ancora aperto e, quando avrai l’opportunità, seppellisci il sacchetto
dove nessuno può toccarlo.

Per qualsiasi dubbio potete iscrivervi nel nostro forum e porre le domande che volete ecco il link vi aspettiamo!!! http://tarocchiestreghe.freeforumzone.leonardo.it/regc.aspx?c=156330&f=156330

Un abbraccio PrincessEsmy!!!

 

4 Risposte

  1. Ciao vorrei sapere come si apre un cerchio magico, grazie

    1. Vorrei anke sapere come ci si iscrive al forum….

  2. Ciao, vorrei sapere se anke x la magia bianca c’è la necessitá di compiere il rito della purificazione…anke xkè nn so se, il caso della scatola cn le foto x essere presente nei suoi pensiri, sia riuscito o meno. Grazie

Scrivi qui il tuo commento, grazie!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: