Archivi Mensili: novembre 2015

Rito per caricare un amuleto o un gioiello che per voi è molto importante


 

amulet witch

Avete un amuleto o un gioiellino che utilizzate spesso perché ritenete vi porti fortuna o vi aiuti nelle difficoltà?
Bene, questo rituale serve per caricare il vostro amuleto e creare un feeling sempre più forte con voi.

 

Ingredienti:

  • 1 ciotola;
  • Acqua;
  • Sale;
  • Gioiello o amuleto personale.

Lunazione:

  • Crescente;
  • Piena.

Svolgimento:

Prendete una ciotola nuova in cui metterete acqua e sale marino. Non mescolate, la ciotola non deve essere mossa. lasciatela sul tavolo e nel mentre voi andate a fare una doccia calda.
All’interno della doccia visualizzate e meditate sui poteri che possiede il vostro amuleto e mettetelo nel vostro petto. Visualizzate l’oceano che scorre nel vostro sangue e ricopre con la sua salsedine il vostro cuore.
Sempre all’interno della doccia fate cadere alcune gocce di acqua attraverso le vostre dita e dite:

“Con il potere del mare, di Poseidone, Nettuno e il potere che ho dentro di me, io carico questo amuleto e il suo potere è mio.”

Uscite dalla doccia, vestitevi e deponete il vostro amuleto affianco alla ciotola e bagnate le vostre dita. Come avete fatto in doccia fate cadere per tre volte di seguito delle gocce di acqua salata nel vostro amuleto e dite, ogni volta le seguenti parole:

“Così sia”

L’incantesimo è finito, ricordate di fare questo procedimento in un giorno di Luna Crescente o nei giorni del potere che sono i Sabbath.

Siate benedetti
Princess

Hamsa, Mano di Fatima o Mano di Miriam


mano fatima 2

Questa volta voglio proporvi un amuleto d’oltremare. La Mano di Fatima o mano di Miriam detta anche Hamsa. Sarebbe la famosa mano che contiene l’occhio divino.

E’ un simbolo che abbraccia molte religioni come quella musulmana e ebraica. I musulmani la chiamano mano di Fatima, Hamsa o Khamsa che vuol dire cinque. Identifica la fede e la pazienza, la serietà. Gli Ebrei la chiamano mano di Miriam che era la sorella di Mosè e Aronne. Oggi questo ciondolo viene regalato alle donne per donare loro la calma, la pazienza, la serenità e la serieta, tutte doti che assicureranno la fortuna, la ricchezzae la gioia. Viene utilizzato anche per proteggere dal malocchio, dalla gelosia, dalla malvagità, dai cattivi pensieri e dalle energie negative.

20151124_163322

A questo amuleto è legata una leggenda molto bella che vede come protagonista la figlia di Maometto, Fatima.

Credo che molte donne si riconosceranno in Fatima, per questo penso che tale simbolo oltre a racchiudere in se un forte potere esoterico, rappresenta soprattutto la donna e le sue grandi virtù. Tutte noi, almeno una volta nella vita, abbiamo rivestito i panni di Fatima, di questo ne sono certa. Buona lettura!


C’era una volta Fatima, figlia del grande profeta Maometto. Si sposò con Alì, uomo di cui era perdutamente innamorata.
Mentre si apprestava a cucinare la cena per il suo amore, lo vide rientrare a casa insieme ad una concubina. Il suo cuore perse un battito in quello stesso istante. Sconvolta per ciò che aveva appena visto, non si accorse di aver fatto cadere per terra il cucchiaio di legno con cui stava mescolando il brodo . Ella continuò a mescolare la pietanza bollente con la sua stessa mano. La pena che il suo cuore stava provando in quel momento era talmente forte che non sentì alcun dolore fisico a causa della profonda bruciatura. Alì corse da lei e la aiutò a curare la ferita, ma poi le disse che aveva intenzione lo stesso di passare la notte con la sua concubina. A quel punto, Fatima decise di spiare dalla fessura della porta i due amanti. Quando vide il suo amato baciare la nuova donna, le scese una lacrima che andò a posarsi proprio sulla spalla di Alì. A quel punto, egli capì il forte dolore di Fatima e decise di rinunciare alla sua amante per amore di lei.

Per questo la mano rappresenta il dono della pazienza, della temperanza, il saper aspettare che le cose si mettano apposto.
Io aggiungo che rappresenta anche le pene d’amore che una donna subisce, ma non è detto che poi, dopo tante lacrime la fortuna e l’amore non giungano.

La mano viene rappresentata anche con un occhio al centro, il così detto Occhio di Dio, che garantisce la protezione di chi lo indossa.

 

 

Qualora desideraste acquistare i ciondoli che vedete in foto potete contattarmi alla mia mail princesesmy@hotmail.it

Ciondolo pentacolo di Venere


 

pentacolo  gioiello

ciondolo stella cinque punte in argento tibeano, onice nera e perlina diamantata.

 

Care amiche e cari amici,

Il mese di Dicembre si avvicina e con esso anche Yule e il Natale.  I vari amuleti presenti nel blog credo li conosciate, se così non fosse li potete vedere nel sito: http://princessesmyshop.wordpress.it  Questa volta volevo proprorvi un nuovo ciondolo,un simbolo molto prezioso per noi Streghe, il Pentacolo di Venere o Stella a cinque punte.

E’ il nostro biglietto da visita, il nostro simbolo che ci garantisce amore, protezione, fertilità e armonia.

Verrà caricato da me, ma è necessario lo facciate anche voi affinchè si sviluppi un’affinità con chi lo possiede, troverete in dotazione il rito per caricare il vostro gioiellino anche con le vostre energie. Dopo di che, sarà necessario caricarlo ad ogni Luna Piena o Crescente, esponendolo semplicemente ai raggi lunari.

Chiunque di voi volesse  fare un regalo prezioso e unico nel suo genere può certamente contare sulla buona sorte del pentacolo di Venere. Per qualsiasi info scrivete una mail a princessesmy@hotmail.it, nell’oggetto vi prego di indicare la scritta “info ciondolo pentacolo di Venere”

 

Siate benedetti

PRincess

Sacchetto protettivo per la propria casa


La casa, la nostra dimora, dobbiamo cercare di proteggerla tenendo lontane le energie negative. E’ importante creare un ambiente armonico ed accogliente. Questo rituale serve proprio per apportare felicità ed armonia in casa.

In un giorno di Luna crescente procuratevi una ciotola di porcellana in cui metterete della menta, uno spicchio d’aglio,della scorza grattugiata di limone e una foglia di alloro. Mischiate bene gli ingredienti (ricordate che in questo procedimento dovete visualizzare l’armonia famigliare per caricare gli ingredienti) e deponeteli in un fazzoletto di cotone. Adesso prendete le quattro estremità del fazzoletto e chiudete tutto a mo di sacchetto con un nastrino verde.
Appendetelo accanto alla vostra porta d’ingresso mentre recitate le seguenti parole con intenzione visualizzando la vostra famiglia felice e in piena armonia:

“Questo sacchetto magico è stato creato da me,
Ora protegge la mia famiglia.
Noi viviamo in salute e prosperità,
Grazie al potere del mio incantesimo.
Così voglio, così è.”

Be blessed
Princess

Momenti magici. Quando è meglio operare?


E’ molto importante in magia conoscere i vari aneddoti che ci consentono di operare al meglio. Possiamo citarne alcuni, ad esempio le fasi lunari, le ore planetarie ma anche alcuni momenti del giorno come l’alba, il mezzogiorno, il tramonto e la mezzanotte.
Vediamo nello specifico questi momenti importanti che caratterizzano le nostre giornate.
Dobbiamo scegliere il momento più giusto per operare a seconda dell’intento che ci siamo prefissati.

L’ALBA: L’inizio di un nuovo giorno, quale momento migliore per compiere riti atti a richiamare nuove e fresche energie dentro di noi. E’ un momento ottimo anche per effettuare tutti quei riti che hanno a che fare con il richiamo di nuovi amori o per propiziare l’inizio di una relazione, di un nuovo lavoro o progetto, un nuovo percorso scolastico.

MEZZOGIORNO: E’ il momento migliore della giornata in cui richiedere aiuto al Dio e catturare tutte le energie solari, le quali apportano forza e positività soprattutto nei momenti bui. Potete compiere tutti quei riti che hanno a che fare con la salute, il denaro, richiedere opportunità nuove e il successo.

TRAMONTO: E’ il momento in cui il giorno finisce, quindi potrete lanciare tutti quei riti per liberarvi da qualcosa o qualcuno. Per liberarvi da una malattia, dalle pene del cuore infranto, da un fallimento che vi arreca sofferenza. Ma è anche il momento migliore per sperare nel nuovo giorno che l’indomani inizierà e richiamare energie positive,costruttive e di buona speranza.

MEZZANOTTE: E’ un momento di silenzio e di buio, ottimo per avere a che fare con il vostro inconscio, quindi potreste meditare, lanciare riti per migliorare la salute di una persona a voi cara, per migliorare la vostra autostima, per la divinazione e la comunicazione con gli spiriti.

Spero che questa guida vi sia utile. Per qualsiasi dubbio, chiedete pure!!!

Princess

Rito per spezzare un incantesimo


Buongiorno a tutti!!! Quest’oggi scriverò un incantesimo che sarà utile a molti di voi. Non voglio dire che sia così semplice spezzare gli incantesimi, poiché alcuni hanno bisogno di procedimenti che durano mesi o addirittura rischiano di non sciogliersi mai perché non si riesce a recuperare i materiali, elemento molto importante per poter sciogliere riti corposi. Però nulla ci vieta di provare a compiere questo rituale se crediamo che qualcuno ci abbia lanciato qualche maleficio. E’ un rito Wicca, quindi il suo intento non è assolutamente quello di rispedire al mittente il maleficio, ma è solo quello di liberare chi crede di esserne vittima ( in alcuni casi può anche darsi che la persona sia convinta di avere chissà quale male addosso, ma non è detto che sia vero, molte volte si tratta solo di pura suggestione).

Comunque, procediamo. Quello che vi serve è:

un calderone, una candela bianca e dell’acqua.
Si opera in una notte di luna calante.

Mettete la candela in un porta candela, che posizionerete al centro del vostro calderone. Riempite il calderone di acqua, ricordando che la candela deve essere abbastanza lunga da poter uscire oltre il bordo del calderone.
Accendere la candela e visualizzare l’incantesimo che si scioglie e si allontana da voi. Fate ciò fino a che la candela consumandosi non si spegnerà toccando l’acqua del calderone. Sarà proprio in quel momento che il maleficio verrà spezzato.
Prendete tutti i resti del rito, acqua compresa, scavate un fosso nel terreno, il più lontano possibile da casa vostra e metteteci dentro la candela e versate l’acqua del calderone. Ricoprite e dite ” Così sia”. Giratevi di spalle e non voltatevi mai.

Buon rito a tutti!!!
Princess

Rito per eliminare ansia e angoscia


erbe infuso

Questo rito che vi sto per descrivere è molto utile, soprattutto per chi soffre di stati d’ansia e angoscia. Premetto che il 98% delle persone che mi contattano ne soffrono, soprattutto per situazioni in cui l’amore non viene corrisposto.Mi vengono chiesti consigli su quale rito sia meglio compiere per riavere indietro chi hanno perduto. Quando sento nella voce un carico di ansia eccessivo, sono la prima a dire che in certe condizioni è bene non operare. Gli incantesimi sono energia, caricarli di ansia o angoscia porterà sicuramente al fallimento del rito. C’è da dire che molte di queste persone, compiono riti solo per un motivo: ” far provare all’altro la stessa pena e angoscia”. Una sorta di ripicca. Non si agisce in questo modo. Quindi, prima di compiere sciocchezze, è sempre meglio agire su stessi, eliminare le energie negative e caricarsi di pura energia positiva. Occorre del tempo in molti casi, ma è bene sfruttarlo tutto, in modo che si riesca a poco a poco a riacquistare lucidità e maturità. Alla fine di questo percorso, molte persone si rendono conto che ciò che provavano non era amore, ma sete di rivalsa, così non operano più e decidono di aprire cuore e mente per recarsi verso nuovi orizzonti.

Dopo questa premessa, ecco a voi il rito:

Riempite il vostro bollitore e mettetelo sul fuoco. Inspirate profondamente pensando alla situazione che vi causa ansia e tristezza. Trattenete il respiro per qualche secondo e buttate fuori tutta l’aria lentamente. Adesso dite:
“Nervoso, ansietà, voi siete morti. Signore e Signora calmate la mia mente. Donatemi la vostra calma e la vostra pace. Così voglio, così sia.”

Adesso prendete una tazza dove metterete della radice di valeriana e due cucchiaini di erba di valeriana ( potete cambiare anche pianta, va bene la camomilla, la melissa, il tiglio che è un’ottima soluzione per gli stati d’ansia molti forti). Aggiungete il quantitativo giusto d’acqua e lasciate in fusione, nel mentre caricate la vostra tisana dicendo:

“Nervoso, ansietà, voi siete morti. Radici (o erbe) e acqua calmate la mia mente. Donatemi la vostra calma e la vostra pace. Così voglio, così sia.”

Adesso dite per 3 volte:

“Magia, magia, a me!
Ascoltami adesso!
Che la mia anima sia libera!”

Prendete una candela profumata alla vaniglia. Mettetela tra le vostre mani caricandola con il vostro calore.
Accendetela e dite:

” Vaniglia, porta via questo caos. Portalo lontano da me oggi”

Fermatevi a meditare almeno 15 minuti mentre sorseggiate la vostra tisana, respirando profondamente la fragranza della vaniglia e ripetendo di tanto in tanto :

” Vaniglia, porta via questo caos. Portalo lontano da me oggi”.

Questo rituale è ottimo anche prima di compiere qualsiasi tipo di rito per creare il vuoto mentale e rilassarvi. Potete farlo ogni volta che vi sentite stressati o depressi. Credetemi, funziona!

PRincess

Be blessed!

 

Rito per richiamare nella propria vita delle nuove amicizie


Questo rito è dedicato a tutti coloro che hanno deciso di cambiare vita. Capita di voler rinnovare il proprio cerchio di amicizie o perché non si va più d’accordo, oppure perché un cammino si è concluso ed è giusto inviare il nuovo.
Lo scopo di questo rituale è quello di richiamare nuove amicizie, il compito più importante lo avranno le energie, poiché vi condurranno persone giuste e perfette per voi.
Di cosa avete bisogno:

– 1 candela rosa
– Dell’olio essenziale alla vaniglia, alla cannella o alla rosa(decide voi quale è il più semplice da reperire)
-Del nastro di seta rosa
-Del nastro di seta bianco

Create il vostro altare disponendo l’occorrente su di esso.
Aprite il cerchio ( questo passaggio potete seguirlo anche nei riti di Yule o Samhain che ho postato).
Invocate la Dea e il Dio ( anche questo passaggio lo trovate nei riti di Yule o Samhain che ho postato)

A questo punto, dovrete iniziare il rito unguento la vostra candela, dall’alto verso il basso, con l’olio che avete scelto. Questo è un passaggio importante poiché dovrete visualizzare in questo momento gli amici che volete richiamare nella vostra vita. Immaginateli sia caratterialmente che esteticamente, cercate di visualizzare attività che potete fare insieme. Cercate davvero di visualizzare una giornata tipo, come se realmente foste lì, insieme a divertirvi e ridere.
Finito questo processo, potete accendere la vostra candela.
A questo punto, è importante che richiamate le principali qualità che queste persone debbono possedere come, l’onestà, il senso dell’umorismo, mentalità aperta, sincerità, qualsiasi cosa sia importante per voi.
Fissate la fiamma della candela che sprigionerà l’energia calamita che servirà a richiamare i vostri amici. E’ proprio questo che dovete immaginare, una forte luce che li attira voi.

Quando pensate di aver concluso questo processo, legate i nastri alla base della candela con un fiocco.

La candela accesa fungerà da faro una sorta di richiamo che illuminerà la strada degli amici adatti a voi. Non dovete immaginare persone specifiche che già conoscete, la Dea e il Dio porteranno nella vostra vita chi davvero è perfetto per voi.

Bene, ormai il rito è finito, congedate la Dea e il Dio e chiudete il vostro cerchio ( troverete anche questo passaggio nei riti di Yule e Samhain).

Lasciate bruciare la candela fino a quando non sarà del tutto consumata. Conservatene i resti. Quando troverete i vostri amici seppellite il tutto o adagiateli in un corso d’acqua.

Be blessed
Princess

 

Rito per la fertilità


baby witch

Ho ricevuto parecchi messaggi da parte di donne che mi chiedevano un rito per propiziare una gravidanza. Sapete già che i medici non li sostituisce nessuno, sia chiaro. MA a prescindere, nessuno vi vieta di chiedere aiuto alle energie superiori, in questo modo acquisirete maggiore serenità e fiducia verso la vita. Ecco, questo è un rito Wicca, molto interessante, semplice ed efficace.

Occorrente:

  • 1 uovo
  • 1 vaso
  • inchiostro verde scuro
  • Terriccio
  • semi di erba (erba gatta, miglio, prato)
  • filo

Lunazione: Luna Nuova/ Luna Crescente

Svolgimento:

Procuratevi un uovo il cui guscio sia di colore marrone o rosa. Con dell’inchiostro di colore verde scuro ( colore dell’erba) disegnate il pentacolo di Venere ( o stella a cinque punte, oppure va benissimo anche la Dea che vedete rappresentata nella foto).
Mentre fate questi passaggi, dovete immaginare la luce della Dea che vi avvolge e si prende cura della vita che crescerà dentro di voi. La Dea che rende il vostro terreno fertile.
Prendete un vaso nuovo di terracotta che potreste aver dipinto con simboli che richiamano la fertilità, la femminilità, la prosperità. Riempitelo con del terriccio nuovo e in profondità inserirete il vostro uovo. Ricopritelo bene di terra. Sulla superficie del vaso seminerete dei semini di erba. Innaffiare bene per 9 settimane, immaginando che dentro di voi c’è la vita, eliminando ansie e preoccupazione, fatevi avvolgere dall’amore per la vita, dall’amore della Dea che rende possibile ogni cosa.
Allo scoccare delle 9 settimane raccogliete l’erba e legatela con cura con del filo. Ponetelo sotto il vostro letto e lasciatelo li sempre, o almeno fino a che non avrete raggiunto il vostro scopo. Ricordate, quello è il vostro raccolto.
Consiglio di svolgere questo rito in una notte di Luna nuova o crescente. Però sarebbe cosa buona e giusta svolgerlo a Yule o Beltane. Decide voi, del resto, solo voi sapete quando è il momento più giusto, l’istinto non sbaglia mai.
LA parola d’ordine da questo momento sarà serenità e fiducia nella vita.
Che la Dea vi protegga ragazze mie!
Be blessed
Princess )O(

ALMANACCO DI NOVEMBRE


 

Novembre, momento di placida quiete per tutti noi e per la natura in generale. Tutti dormono in questo mese, gli alberi si spogliano del loro manto e attendono Yule per iniziare a germogliare. Il sole è sempre più pallido e le giornate sempre corte. Questo significa che dobbiamo trascorrere più tempo a rilassarci e riposare. Rigenerare il corpo è molto importante.

Come ogni mese, guardiamo cosa succede nel cielo tra Sole, Luna, stelle e pianeti. Una Strega deve conoscere le fasi lunari e i vari fenomeni celesti perchè saranno giorni utili per operare.

FASI LUNARI

Martedì 3 Novembre, ore 12.25: Ultimo Quarto;

Sabato 7 Novembre, ore 16.58: Falce Calante;

Mercoledì 11 Novembre, ore 18.47: Luna Nuova;

Domenica 15 Novembre, ore 19.47: Falce Crescente;

Giovedì 19 Novembre, ore 7.28: Primo Quarto;

Domenica 22 Novembre, ore 13.00: Luna Crescente;

Mercoledì 25 Novembre, ore 23.44: Luna Piena;

Domenica 29 Novembre, ore 8.40: Falce Calante.

 

 

I PIANETI

(fonte: http://www.astronomia.com/)

Mercurio

Mercurio

Nel corso di questo mese di novembre sarà quasi impossibile osservare il pianeta. All’inizio del mese, quando sorge quasi un’ora prima del Sole, si può ancora tentare di scorgerlo tra le luci dell’alba sull’orizzonte orientale. Nei giorni successivi Mercurio si avvicina al Sole, fino alla congiunzione del 17 novembre. Il pianeta ricompare nel cielo serale, ma per diversi giorni sarà ancora molto basso sull’orizzonte, invisibile nella luce del tramonto

 

Venere

Venere

Prosegue il periodo di ottima osservabilità mattutina. Il pianeta sorge quasi 4 ore prima del Sole. Proprio il 1° novembre si registra il massimo anticipo dell’orario del sorgere di Venere rispetto al Sole: 3 ore e 57 minuti. Quando il cielo si rischiara per la luce dell’alba Venere è già molto alto sull’orizzonte di Sud-Est. Venere lascia la costellazione del Leone e dal 3 novembre inizia ad attraversare la Vergine.

 

Marte

Marte

Lo si può osservare al mattino presto, sull’orizzonte orientale. Le condizioni di osservabilità del pianeta rosso sono simili a quelle di Venere, con il quale si trova in congiunzione il giorno 3. Marte il 2 novembre attraversa il limite tra Leone e Vergine. Mentre Venere attraversa rapidamente la Vergine, Marte si sposta più lentamente, rimanendo nella parte alta della costellazione. Lo si può quindi osservare più a lungo e più alto sull’orizzonte, prima del sorgere del Sole.

 

Giove

Giove

Dei tre pianeti che caratterizzano la volta celeste nelle ore che precedono il sorgere del Sole, Giove è quello più alto sull’orizzonte. Sorge per primo e lo si può individuare facilmente. Nei giorni che seguono la congiunzione Marte – Venere (il 3 novembre), si può osservare il terzetto di pianeti allineati, con Venere, il più luminoso, più basso sull’orizzonte, il pianeta rosso in posizione intermedia e Giove, rimasto ancora nella costellazione del Leone, in posizione più elevata. Al comparire delle luci dell’alba Giove è ben visibile a Sud-Est.

 

Saturno

Saturno

Questo mese Saturno termina il lungo periodo di presenza nei cieli serali. Il pianeta all’inizio del mese è estremamente basso sull’orizzonte occidentale, tramonta poco dopo il Sole ed è difficile individuarlo nella luce del crepuscolo. Il 29 novembre Saturno si trova in congiunzione con il Sole, pertanto è del tutto inosservabile. Verso la fine dell’anno ricomparirà al mattino presto. Saturno si trova nella costellazione dello Scorpione.

Urano

Urano

Il pianeta si è trovato in opposizione al Sole il mese scorso, condizione che lo rende ancora osservabile per quasi tutta la notte. E’ quindi possibili individuarlo e seguirlo agevolmente mentre, nel corso della prima parte della notte, si eleva fino a culminare a Sud. Essendo la luminosità del pianeta al limite della capacità di percezione dell’occhio umano, è consigliabile l’osservazione attraverso un telescopio. Il pianeta si sposta lentamente con moto retrogrado nella costellazione dai Pesci. [Per saperne di più]

Nettuno

Nettuno

Il pianeta è osservabile solo nel corso della prima parte della notte. L’intervallo di tempo a disposizione per osservarlo si riduce progressivamente nel corso del mese. Nella prime ore della sera lo si può osservare a Sud-Ovest, ma avvicinandosi alla mezzanotte si trova ormai molto basso sull’orizzonte. L’osservazione va effettuata con l’ausilio del telescopio: la luminosità del pianeta è infatti inferiore ai limiti accessibili all’osservazione ad occhio nudo. Nettuno si muove lentamente con moto retrogrado fino al 18 novembre, giorno in cui inverte la marcia e torna a muoversi con moto diretto. Nettuno si trova ancora nella costellazione dell’Acquario, dove è destinato a rimanere ancora a lungo, fino all’anno 2022.

Plutone

Plutone

Preso atto della riclassificazione di Plutone a plutoide da parte della IAU (Parigi, Giugno 2008), la nostra rubrica includerà comunque l’osservabilità dell’astro.

L’osservazione di Plutone è ormai decisamente difficoltosa. Già nelle prime ore della sera Plutone si trova basso sull’orizzonte occidentale, nella costellazione del Sagittario. Data la luminosità molto bassa del pianeta, è estremamente difficile tentare di individuarlo quando si trova prossimo al suo tramonto. Plutone è destinato a rimanere nella costellazione del Sagittario ancora per molti anni, fino al 2023.

Con la sua magnitudine14 sono necessari un cielo scuro, una buona carta stellare e almeno un telescopio da 8″ di apertura (200mm).

 

Congiunzioni

Marte – Venere

Congiunzione Marte - Venere, giorno 3 ore 4:30

Marte – Venere, giorno 3 ore 4:30

La lunga serie di congiunzioni mattutine dello scorso mese di ottobre prosegue anche in questo mese di novembre con una bella congiunzione stretta tra i pianeti Venere e Marte (la distanza angolare è inferiore a 1 grado). La congiunzione è osservabile al mattino presto del 3 novembre. I due pianeti si trovano nella costellazione della Vergine, dove sono appena entrati lasciando la costellazione del Leone.

Luna – Giove

Congiunzione Luna - Giove, giorno 6 ore 5

Luna – Giove, giorno 6 ore 5

Un quartetto di astri illumina il cielo del mattino. La falce di Luna calante si avvicina ai tre pianeti protagonisti del cielo prima dell’alba. Il primo incontro si verifica il 6 novembre tra la Luna e Giove, nella costellazione del Leone.

Luna – Marte – Venere

Congiunzione Luna - Marte - Venere, giorno 7 ore 5

Luna – Marte – Venere, giorno 7 ore 5

Il 7 novembre la Luna fa il suo ingresso nella costellazione della Vergine, dove si può ammirare la congiunzione con Marte e Venere. Poco più in alto si osserva Giove, nel Leone.

Luna – Saturno

Congiunzione Luna - Saturno, giorno 13 ore 17:30

Luna – Saturno, giorno 13 ore 17:30

Saturno, nella costellazione dello Scorpione, saluta i cieli della sera. Il 13 novembre tramonta, ormai quasi indistinguibile nella luce del crepuscolo, prima della sottilissima falce di Luna crescente.

Sciami meteorici

Tauridi

tauridi

tauridi

Dal 5 al 12 novembre sarà possibile osservare lo sciame meteorico delle Tauridi, sciame generato dal passaggio orbitale terrestre sui residui della cometa Encke. Come suggerisce il nome, il radiante dello sciame proviene dalla costellazione del Toro. Le Tauridi non sono numerose (circa 5 per ora), ma hanno la caratteristica di avere quasi sempre un intenso colore arancio e una lentezza fuori dal comune.

Quest’anno l’osservazione della componente meridionale risulterà disturbata dal chiarore della Luna nella seconda parte della notte, quella settentrionale sarà invece interamente favorevole.

Leonidi

leonidi

leonidi

Nel periodo compreso tra 16 e 18 novembre si verificherà la massima attività dello sciame meteorico delle Leonidi, una pioggia di “stelle cadenti” analoga a quella più nota del 12 agosto. Lo sciame meteorico delle Leonidi è prodotto dai minuscoli residui di una cometa periodica, la Tempel-Tuttle. Tali frammenti sono raccolti in una grande e rarefatta nube che viene attraversata ogni anno dalla Terra nella prima quindicina di novembre.

L’osservazione quest’anno sarà tutto sommato favorevole, dato che la Luna sarà assente nei momenti in cui il radiante, vicino alla stella gamma Leonidi, sarà sopra l’orizzonte. Il massimo annuale è atteso quest’anno nella serata del 17 novembre, proprio quando l’area radiante sorgerà a est dall’orizzonte.

costellazioni

La notte si allunga, il Sole anticipa sempre più il suo tramonto, e questo ci regala qualche ora in più di osservazione della volta stellata. È così che allo spengersi delle ultime luci del crepuscolo avremo ancora l’opportunità di ammirare brevemente, sull’orizzonte occidentale, alcuni degli astri caratteristici del cielo estivo come il Triangolo Estivo (descritto ampiamente nelle rubriche dei mesi precedenti).

Lungo la fascia zodiacale nelle prime ore della sera possiamo riconoscere il Capricorno e l’Acquario, deboli costellazioni prive di stelle particolarmente brillanti. Proseguendo verso Sud, troviamo i Pesci e la minuscola costellazione dell’Ariete. Chi osserva da luoghi con l’orizzonte meridionale privo di ostacoli – in pianura o sul mare – può cimentarsi nel riconoscimento delle costellazioni che si estendono al di sotto dell’eclittica: la Balena e più a Ovest, sotto l’Acquario, il Pesce Australe, dove si può facilmente riconoscere una stella brillante, Fomalhaut.

Verso Est vedremo sorgere le costellazioni zodiacali che domineranno il cielo nell’imminente inverno: vedremo così prima il Toro e successivamente i Gemelli. In tarda serata nel cielo orientale si inizieranno a vedere altre costellazioni, prossime protagoniste dei cieli invernali: il Cancro, a sinistra dei Gemelli, e nella seconda parte della notte, il Leone.

Inconfondibili, a Sud-Est nelle prime ore della notte, le costellazioni di Orione e del Cane Maggiore, con la luminosissima Sirio. Sopra i Gemelli e il Toro è facilmente identificabile un’altra costellazione che vedremo ben alta in cielo per i prossimi mesi: si tratta dell’Auriga, dalla caratteristica forma a pentagono, in cui uno dei vertici è rappresentato da una delle stelle più luminose della volta celeste, Capella.

In prossimità dello zenit, sulla nostra verticale, godono ancora di visibilità ottimale le costellazioni già descritte nel “cielo di ottobre”: il grande quadrilatero di Pegaso, seguito, verso Nord Est, da Andromeda e da Perseo e, più vicine al Polo Nord Celeste, la “W” di Cassiopea e il meno appariscente Cefeo.

Proseguiamo il tour e soffermiamoci sulla piccola costellazione del Triangolo, tra Andromeda e l’Ariete: in essa si trova la galassia a spirale M33, ben nota a tutti gli astrofili: è la terza componente per importanza del “gruppo locale”, la concentrazione di galassie di cui fanno parte la nostra Via Lattea e la notissima galassia di Andromeda. A Settentrione troviamo come sempre l’Orsa Maggiore e l’Orsa Minore, con la stella polare immobile ad indicarci il Nord (come trovare la polare?) tra le due Orse possiamo riconoscere il Dragone.

Comete del Mese

a cura di Etruscastro

Comete del mese

Comete del mese

In questo mese di Novembre ci sarà una piccola rivoluzione rispetto alle comete proposte il mese precedente. Escono quindi dalla nostra rubrica la C/2015 F4 JAQUES, la C/2014 Q2 LOVEJOY e la 67p Churyumov-Garasimenko che ci hanno accompagnato per tutto il periodo primavera/estate senza troppi clamori di luminosità se non per la Lovejoy che in gennaio ha toccato la +3.7 di magnitudine rendendosi quindi visibile ad occhio nudo sotto cieli bui.

Ci dedicheremo invece a quelle che promettono spettacolo nei cieli dell’autunno/inverno come la C/2013 US10 CATALINA, che sarà visibile nell’emisfero boreale dalla fine del mese, e la 22P/ KOPFF, insieme alla “coppia” C/2014 S2 PANSTARRS e C/2013 X1 PANSTARRS che saranno particolarmente “comode” in orari e posizione di osservazione.

Andiamo a scoprirle insieme seguite dalle effemeridi, posizioni e curve di luce.

Ecco il thread per il mese di Novembre

DSJ – Giornalino astronomico di Novembre

a cura di Etruscastro

Galassia Scultore

Nel numero 67 del deep sky Journal di Astronomia.com continueremo a parlare di grandissimi oggetti del profondo cielo che, nella stagione corrente, non possono mancare nelle liste osservative o fotografiche di ogni astrofilo. Abbasseremo i nostri obiettivi quasi a rasoterra ma a ben ragione e saremo pienamente ripagati di questo sforzo. La protagonista infatti è una fra le galassie più famose di tutto il cielo: NGC 253, nota anche come La galassia dello Scultore.

 

ORTO LUNARE

(fonte:http://www.agricolturabiologicaonline.eu/)

Novembre semina orto e giardino

2015 – La Luna: La luna Calante o luna Vecchia buona per seminare è dal 27 Ottobre  al 13 Novembre

Nell’orto

Semine in piena terra: Piselli, Cime di rapa, Fave. Piantagioni e trapianti: Bulbilli di cipolla, Cipolle precoci, Aglio, Carciofi, Asparagi.

Sia In questo mese che nei due successivi, le semine da effettuare sono ben poche, ad eccezione di Fave, Piselli e Cavoli cappucci precoci, comunque è bene affrettarsi a seminare ciò che fosse rimasto indietro, possibilmente in luoghi riparati.

Si puliscono i fossetti di sgrondo delle acque in previsione delle piogge invernali per evitare dannosi ristagni di umidità .

Nel giardino

Semine in piena terra: Papavero, Fiordaliso, Speronella, Elecrisium, Godezia, Pisello odoroso. Piantagioni e trapiant: Bulbi :Frittillaria, Anemone, Tulipano, Eremus, Allium, Narciso, Ranuncolo, Fresia, Oxalis, Crocus, Giacinto.

Ricorda che: Per le verdure da taglio è consigliabile la semina in luna crescente (luna nuova) per il maggior sviluppo vegetativo della stesse, fatta eccezione delle leguminose (fagioli, cornetti, piselli) che possono essere seminate in entrambe le lune.

Le altre varietà vanno seminato in luna Calante (luna vecchia).

Previsioni: Abbondanti piogge con nebbie persistenti nell’Italia del Nord. Temperatura in diminuzione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: